You are here:Home>Medicina Naturale>Agopuntura>Arriva la primavera!

Arriva la primavera!

Valentina 1262 Agopuntura

Tanta voglia di vita all’aria aperta, ma anche allergie e stanchezza 
I consigli del Dottor Cucci per essere pronti alla bella stagione

Voglia di vita all’aria aperta. Voglia di sole e di ossigeno. La primavera porta con sé la spinta a uscire dai luoghi chiusi dove ci ha relegato l’inverno e dare un altro ritmo alle nostre giornate. «Per la medicina tradizionale cinese -dice il dott. Mauro Cucci, medico, neuropsichiatra, agopuntore, psicoterapeuta, fitoterapeuta e docente della Scuola Italiana di Naturopatia- la primavera è la rinascita, è un periodo che richiede nuove intense energie. Durante l’inverno abbiamo meno ricarico energetico, meno sole, e l’organismo fatica a eliminare le scorie che produce. Dobbiamo quindi aiutare il nostro corpo a mantenere il giusto equilibrio, e nel contempo ci dobbiamo preparare al cambio di stagione, altrimenti i mesi primaverili rischiano di trovarci deboli e apatici».

 Quindi, per sentirsi pronti a trascorrere al meglio la primavera ci si dovrebbe preparare fin dall’inverno?

«Certo. Durante l’inverno -afferma il dottor Cucci- dovremmo arricchirci di Vitamina C e di antiossidanti. La frutta di stagione in questo caso è perfetta. Inoltre, tre o quattro noci al giorno sono sufficienti per coprire il fabbisogno quotidiano di Omega 3. Altra accortezza: l’uso di alimenti che abbiamo la funzione di diuretici naturali. Faccio un esempio: la tradizione culinaria di molte regioni italiane prevede nelle pietanze invernali l’uso del tarassaco, una pianta che ha un ottimo potere drenante e facilita la diuresi».

La stanchezza associata al cambio di stagione è una realtà o un falso mito?

«Per qualche persona è una realtà da fronteggiare. Con i primi caldi primaverili -prosegue il dott. Cucci- si può aver bisogno di un aiuto per affrontare il cambio di stagione. In tal caso possono venire in soccorso dei fitoterapici che supportano la persona nel momento in cui, rapidamente, con le giornate che si allungano e si passano ore all’aria aperta, si consuma di più. Un ottimo presidio, a questo proposito, può essere il ginseng».

Per quanto riguarda le allergie?

Con la primavera si intensifica arriva il problema “allergie”. Fino a un decennio fa la loro presenza aveva un prevedibile andamento stagionale, mentre oggi le allergie sembrano una costante, con dei periodi di maggiore invasività. I cambiamenti climatici, l’inquinamento, la presenza dei conservanti negli alimenti, le nuove molecole con cui entriamo in contatto, scatenano reazioni eccessive da parte del sistema immunitario che provocano infiammazioni delle mucose nasali, congiuntivite, fino ad arrivare alle crisi asmatiche.

«Le allergie -dice il dott. Mauro Cucci - sono una risposta esagerata del nostro organismo in presenza di un agente esterno riconosciuto come nocivo. E quando l’allergia si sviluppa una prima volta, ne rimane memoria, per cui si ripresenterà periodicamente. Per alleviare il problema dovremmo riuscire a tenere sotto controllo la predisposizione del sistema immunitario a sovreccitarsi».

Su questo tema, in che modo l’approccio della Medicina Naturale si differenzia rispetto a quello della medicina “accademica”?

«La medicina “accademica” segue due strade: l’uso di farmaci che riducono i sintomi, come gli antistaminici e il cortisone e i vaccini. Nel primo caso il problema non viene risolto, e il farmaco produce degli effetti collaterali non gradevoli. Nel secondo caso, la vaccinazione può essere efficace, ma non ha un effetto duraturo. La Medicina Naturale ricorre invece a interventi che non producono effetti collaterali: con l’agopuntura si riesce a “spegnere” la reazione del sistema immunitario con grande efficacia. E funzione molto bene anche per i bambini. L’ideale è ripetere il trattamento nel tempo. L’altro percorso è quello della fitoterapia, che può essere complementare all’agopuntura, o anche come trattamento autonomo».

Il presente sito web utilizza i cookies per aiutare a migliorare i servizi e le informazioni ai suoi lettori.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti ad utilizzare i cookie.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Policy.