You are here:Home>Benessere>Alimentazione>Cibo e buonumore: portiamo in tavola la molecola della felicità

Cibo e buonumore: portiamo in tavola la molecola della felicità

Daniela Storoni 1504 Alimentazione

Gli alimenti che aiutano a produrre serotonina

Fin dai tempi più antichi l’uomo ha intuito l’esistenza di una relazione fra cibo e stati d'animo. Medici come Ippocrate e Galeno, nell'antichità e poi tanti altri nel corso dei secoli, in ogni continente.
Tutti si sono prodigati in consigli dietetici, per evitare che entrasse nel cuore l'"umore nero", la “melanconia”..

Negli ultimi anni la scienza ha dimostrando che quella relazione, solo intuita dagli antichi, ha in realtà un fondamento. È sorprendente, ma vero: abbiamo un secondo cervello, il "cervello emozionale", che risiede nella nostra pancia ed è la sede principale dell’inconscio.

Qui vengono prodotte sostanze psico-attive che agiscono sui nostri stati d'animo e sul tono del nostro umore. È qui, nelle viscere, che viene prodotta più del 90% della serotonina, la "molecola della felicità". La serotonina è un neurotrasmettitore, una sorta di "messaggero", che trasmette impulsi positivi al nostro cervello e al nostro sistema nervoso. È il nostro organismo che la sintetizza, trasformando un aminoacido: il Triptofano.
Perché avvenga questa trasformazione, il Triptofano ha bisogno di combinarsi con vitamine e minerali.

Noi esseri umani non siamo capaci di produrre da soli questi elementi, dobbiamo assumerli con l'alimentazione. Le Vitamine e i minerali a noi necessari per questo processo di trasformazione sono : la vitamina C e le vitamine del gruppo B: in particolare la B1, B6; B12 . Tra i minerali ci sono: magnesio, potassio, cromo e rame.

Ma allora, è lecito chiedersi, dove possiamo trovare queste sostanze?

L’elenco è lungo per fortuna e gli alimenti sono nella maggior parte da noi consumati ogni giorno, come il latte, e i suoi derivati, le uova, la pasta che ci forniscono triptofano e vitamina B1; le carni bianche e rosse; il pesce (soprattutto in quello "azzurro"); sono dispense ricche soprattutto di vitamine B12, B1, B6. Nei legumi e la soia, troviamo ancora Triptofano, la vitamina B1, il magnesio, il rame e potassio. Frutta fresca e verdure come banane kiwi, fragole, arance limoni, asparagi, pomodori, bietole cipolle, sono fonti dove attingere vitamina C e potassio. Non dimentichiamo poi la frutta secca: noci e nocciole per fare il pieno di minerali del buonumore e mandorle da considerarsi dei veri e propri stabilizzatori, per il nostro tono d’umore.
Il principe degli ingredienti del Buonumore, è Il cioccolato. Contiene più polifenoli del vino rosso quindi fa bene al nostro sistema cardiovascolare e al cuore; c'è dentro la Feniltilamina, una delle sostanze che il nostro organismo produce quando siamo innamorati.

Viste le premesse, potremmo concludere dicendo che, assumendo i cibi giusti, tutti noi potremmo attivare il "laboratorio chimico" che è nella nostra pancia e produrre serotonina al bisogno?

Sarebbe meraviglioso se fosse così semplice! La Serotonina non è tutto, in realtà. Certo: ci aiuta, ma non basta.

Il Buonumore è un'alchimia di più elementi, uno stato di benessere profondo, una sensazione che ci dà gioia, che ci fa star bene con noi stessi e con gli altri. Oltre che del cibo giusto, dobbiamo nutrirci anche di entusiasmo, di progetti, di idee condivise, di amore nel suo significato più ampio e universale.

Partendo da questo presupposto, l'Accademia della Risata - propone le "Cene del Buonumore". serate divertenti e spensierate, che si svolgono attorno a un menu preparato con tutti questi meravigliosi ingredienti. Non sono lezioni di chimica ma momenti conviviali, caratterizzati da un clima rilassante e divertente, reso tale anche dalla stimolazione dell'umore dei partecipanti con conversazioni, giochi e musica adatti ad allentare le tensioni e lo stress.. Utili per riscoprire il piacere di sedersi a tavola con persone diverse e condividere la gioia di mangiare insieme. E anche per capire che "mangiare sano" non significa privarsi né del gusto della buona tavola né della giusta, misurata ebbrezza che il buon vino regala.


Eventi Correlati 

In occasione del Biosalus Festival ad Urbino il giorno 7 ottobre alle ore 14.00 Daniela Storoni e Alessandro Bedini approfondiranno i temi di questo articolo all'interno dell'incontro "Cibo e buonumore: gli alimenti che aiutano a produrre serotonina" che terranno presso la Sala Castellani del Collegio Raffaello al 1° piano. 

A seguire per completare il tutto, in Piazza dell Repubblica dalle ore 15,30 alle ore 16,30 Sessione gratuita di Yoga della Risata e sesta edizione 2017 del premio Hotei 'Io Amo Ridere' a cura dell'Accademia della Risata. Per maggiori dettagli clicca qui.

 

Il presente sito web utilizza i cookies per aiutare a migliorare i servizi e le informazioni ai suoi lettori.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti ad utilizzare i cookie.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Policy.