You are here:Home>Benessere>Alimentazione>Ciò che mangiamo è sempre più povero di nutrienti

Ciò che mangiamo è sempre più povero di nutrienti

Luigi Gallo 616 Alimentazione

I prodotti fitonutrizionali sviluppati da Nutrigea, gli specialisti della Nutriterapia naturale

Articolo Sponsorizzato 

Il progressivo impoverimento dei terreni e un'alimentazione basata su cibi sempre più carenti di fattori nutritivi essenziali, ha causato un indebolimento del nostro terreno vitale e della nostra naturale capacità di risposta e reazione ai vari agenti patogeni, microbici, ambientali o di altra natura.

Sappiamo che la resistenza e vitalità del nostro organismo dipendono da un adeguato apporto di nutrienti.

Ma i cibi odierni, per il forte impoverimento dei terreni causato dall’agricoltura e dalla manipolazione industriale degli alimenti, sono sempre meno naturali e sempre più carenti di principi nutritivi.

Un tempo tutti i nutrienti essenziali erano forniti dalla normale alimentazione. Oggi una loro reintegrazione nutrizionale è indispensabile per ristabilire e mantenere uno stato di salute ottimale.

Nutrigea, in collaborazione con centri universitari e laboratori di ricerca di tutto il mondo, ha individuato nei supercibi primordiali un fattore oggi essenziale e indispensabile per rendere più completa la nostra alimentazione e rafforzare il nostro terreno costituzionale.

Tali nutrimenti, a differenza dei comuni integratori di minerali o vitamine, sono cibi naturali completi che il nostro corpo riconosce come alimento, e che forniscono quel supporto globale indispensabile per restaurare l'immunità naturale e per attuare un'efficace prevenzione.

Essi sono essenzialmente microalghe, probiotici ed enzimi, a partire dai quali Nutrigea ha costruito una linea di prodotti fitonutrizionali che traggono la loro eccezionale efficacia dalla sinergia della microalga selvatica Aphanizomenon flos aquae (comunemente nota come alga Klamath) con i batteri probiotici di origine umana, come l’esclusivo Acidophilus DDS-1; gli enzimi di origine fungina ad ampio spettro; l’acido Ialuronico HMW (ad alto peso molecolare) per assunzione orale.

Soprattutto la ricerca ha portato a individuare, nel corso degli anni, con sempre maggiore precisione quelle sostanze, contenute naturalmente in questi protoalimenti, che svolgono un'efficace azione preventiva e di supporto fisiologico alle terapie mediche nelle patologie croniche e degenerative tipiche del nostro tempo.

In special modo gli estratti esclusivi AphaMax® e Klamin®, derivanti dalla Klamath, concentrano fondamentali molecole nutraceutiche (feniletilammina, afa-ficocianine, micosporine algali e altre) che proteggono l'organismo dall'infiammazione e hanno importanti proprietà neuroprotettive e di regolazione dell'umore.

Grazie alla collaborazione con il Centro di Ricerche Nutriterapiche, l'Università di Urbino e altri centri internazionali, universitari e di ricerca, entrambi gli estratti brevettati sono stati oggetto di vari studi clinici, che hanno dimostrato significativi risultati in settori che vanno da:

  • carenza di B12 e di omocisteina in eccesso;
  • ADHD, depressione e ansia in gruppi quali le donne in menopausa, i pazienti psichiatrici depressi, e pazienti affetti da cancro terminale;
  • l'eccesso di lipoperossidazione e la mancanza di difese immunitarie;
  • le patologie a base infiammatoria, come la psoriasi e la fibromialgia.

Sono stati condotti altri studi su animali, e nuovi studi umani sono stati effettuati in aree quali la fertilità, da un lato, e le neuropatie dall'altro.
L’ampio spettro nutrizionale della Klamath di qualità superiore RW-Max e le grandi proprietà degli estratti fanno sì che la linea Nutrigea® costituisca un validissimo supporto nutraceutico a tutti i tipi terapie.

Il presente sito web utilizza i cookies per aiutare a migliorare i servizi e le informazioni ai suoi lettori.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti ad utilizzare i cookie.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Policy.