Crudismo: e se volessimo passare allo step number 2?

Gettato il cibo spazzatura…ora che si fa?

Nello scorso articolo "Crudismo: da dove iniziare?" avevamo visto il primo passo per avvicinarsi al crudismo, ora arriviamo al passaggio successivo. 

Questo secondo passo è davvero molto importante perché ci conduce nel profondo della nostra scelta di alimentazione: i cibi di origine animale dovrebbero sparire del tutto dalla nostra dieta. Prova ad informarti, andando a vedere magari degli studi scientifici – e ti consigliamo di allungare l’occhio fuori dai confini italiani dove da sempre sono più attenti all’aspetto alimentazione/benessere – e vedrai che questo consiglio non è una voce isolata e fuori dal coro, anzi! Sempre più persone compiono una scelta alimentare che va nella direzione del vegan…e non può essere solo una moda!

Inizia magari diminuendo a un giorno a settimana e poi un giorno ogni due settimane, fino a togliere del tutto dalla tua dieta carne – specialmente rossa – e latticini pastorizzati. Ci sono una miriade di alternative vegetali grazie alle quali puoi fornire al tuo corpo le proteine che sembrerebbero esclusivo appannaggio dei carnivori: semi di canapa, tofu, quinoa, mandorle, legumi in genere e specialmente ceci, semi di chia, spinaci sono solo alcuni dei cibi vegetali ricchissimi di proteine!

E se proprio non puoi fare a meno del latte a colazione, ci sono anche in questo caso alternative molto più sane alle quali puoi ricorrere: bevande di soia, di miglio, di farro, di riso, di kamut, latte di mandorle, tanto per fare alcuni esempi.

Anche i formaggi devono sparire dalla tua alimentazione. Prova a fare un rapidissimo giro di domande anche tra i tuoi amici, oltre ovviamente a riflettere prima sulle tue sensazioni. Se fai una cena a base di latticini, non ti senti pesante e gonfio? Non è un caso e non è semplicemente perché hai mangiato troppo: è perché così come per la carne, il nostro apparato digerente non è programmato per ingerire il latte di altre specie animali, sotto qualsiasi forma sia. E se ci pensi un attimo siamo gli unici in natura che fanno questo…

Proviamo a fare anche un ulteriore passo di avvicinamento al crudismo: inizia a ridurre o ad eliminare del tutto gli amidi cotti, in particolare il grano. Quante volte hai sentito parlare di celiachia negli ultimi anni? Un’intolleranza che sta ormai divenendo pericolosamente comune…e non vogliamo chiederci il perché?

Ora che ti abbiamo detto tante cose da non fare, è giusto che ti diamo anche qualche consiglio sul cosa fare per completare questa seconda tappa di avvicinamento al crudismo.

Per iniziare bene la giornata, aiutando il tuo organismo a depurarsi e a riaccendersi nella giusta maniera, bevi a stomaco vuoto un bel bicchiere di acqua con succo di limone fresco.

A pranzo e a cena, prima di cominciare il pasto vero e proprio, preparati e mangiati una bella insalata, magari condita con avocado oppure noci o semi oleosi e germogli: preparerà il tuo apparato digerente a ricevere cibo e nello stesso tempo ti sazierà, dandoti la giusta quantità di nutrienti ed evitandoti abbuffate che invece ti fanno solo male!

Durante la giornata poi, sono molto importanti anche gli spuntini: preferisci frutta fresca, oppure bastoncini di verdure crude, succhi di frutta freschi e se non hai a disposizione un estrattore, preparati magari un bel frullato di frutta. Cerca di bere molto, ma non a pasto: meglio nel corso della giornata.

Sono tutti consigli di facile applicazione: l’ingrediente fondamentale è la forza di volontà e la voglia di regalarsi il benessere! Se imboccherai questa strada ti assicuriamo che non vorrai più tornare indietro!

Crudo Style

CrudoStyle è dal 2014 il primo magazine in Italia ad aver introdotto la cultura e l'informazione sul crudismo o raw, uno stile alimentare sano e gustoso

Sito web: www.crudostyle.com

Articoli che potrebbero interessarti:

Il presente sito web utilizza i cookies per aiutare a migliorare i servizi e le informazioni ai suoi lettori.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti ad utilizzare i cookie.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Policy.