fbpx
You are here:Home>Benessere>Alimentazione>Una ricetta sotto l'albero: Tartufi natalizi
Una ricetta sotto l'albero: Tartufi natalizi

Una ricetta sotto l'albero: Tartufi natalizi

Natale, tempo di famiglia, buoni propositi e... stravizi

Il periodo natalizio richiama alla memoria il profumo dei mandarini, i sorrisi attorno ad un tavolo, la nostalgia per chi non è più tra noi ma soprattutto gli stravizi a base di dolci. A volte riusciamo a disfare un anno intero di dieta solamente nel periodo compreso tra la vigilia e l’epifania. Personalmente, considero il Natale non tanto una festa quanto uno stile di vita che imprime amore e buoni propositi in ogni azione. Non avendo mai superato questa fase infantile dell’emozione dei preparativi natalizi, ogni dicembre, più di ogni altro periodo dell’anno, mi adopero per preparare tante sfiziose ricette deliziando i miei ospiti e la mia famiglia.

Una ricetta per riequilibrare l'organismo

Sulla scia dei miei buoni propositi, ho ideato questa ricetta a base di frutta secca, dolcificata solamente con datteri. Questo frutto straordinario è ricco di proprietà. Ideale per riequilibrare l’organismo nei momenti di stress o di intensa attività fisica. Contiene vitamine e molti minerali tra cui il ferro, il calcio, il magnesio, lo zinco ed il potassio, utilissimo in caso di disturbi digestivi. L’alto contenuto di fibre, inoltre, contribuisce a contrastare la costipazione migliorando il transito intestinale, ancora di più se i datteri vengono lasciati in ammollo un’intera notte e mangiati la mattina per colazione. E grazie alla sinergia tra questi ingredienti, nascono i miei tartufi natalizi, ottimi per accompagnare una chiacchierata tra amici, magari seduti intorno a un tavolo a gustarsi una bevanda calda in una fredda giornata invernale. Avete mai avuto la sensazione che manchi qualcosa quando vi viene offerta una tazza di caffè? Per la Medicina Cinese, il gusto amaro, in questo caso quello del caffè, rappresenta la loggia del Fuoco; come il fuoco, il profumo del caffè divampa per l’intera casa, e dovrebbe essere moderato e bilanciato con cibi salati, appartenenti alla loggia opposta dell’Acqua. Ma nella società attuale, dove tutto tende a un conforto emozionale, alla parola Caffè si tende sempre ad associare l’immagine del dolcetto. Quindi, non ci resta che rimboccarci le maniche e metterci all’opera con la consapevolezza di servire ai nostri ospiti non solo un piatto sfizioso ma anche sano.

Ricetta per circa 15 tartufi

Ingredienti
70 gr di frutta secca mista (noci, mandorle, nocciole, pecan ecc...)
150 gr di datteri (circa 6 pz)
9 gr di burro di cacao
Farina di cocco q.b.
Facoltativo: aroma a piacere (buccia di arancia grattugiata o vaniglia in polvere o qualche goccia di olio essenziale al mandarino)

Preparazione

Frullare prima tutta la frutta secca fino a ridurla completamente in polvere. Aggiungere i datteri denocciolati e frullare fino ad ottenere una pasta morbida. Sciogliere il burro di cacao a bagnomaria e aggiungerlo all’impasto insieme all’aroma scelto, frullando un’ultima volta. Versare il contenuto in una ciotola e iniziare a prendere piccole quantità alla volta formando delle palline grandi come una noce. Una volta terminate le palline, ricoprirle di farina di cocco. Far riposare almeno 2 ore in frigo prima di servire in modo che i tartufi risultino non troppo morbidi al morso. Accompagnate i dolcetti con del buon caffè o una tazza di tè caldo.

Buon Appetito!

Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti ad utilizzare i cookie.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Policy.