You are here:Home>Benessere>Alimentazione>Verso il crudismo: Step #4

Verso il crudismo: Step #4

E’ tempo di transizione... 

Siamo partiti da molto lontano. Abbiamo aperto la nostra dispensa e abbiamo iniziato a togliere via via tutti i cibi che fanno male alla nostra salute, il cosiddetto cibo spazzatura. Un passo dopo l’altro siamo arrivati ad introdurre il crudo una volta a settimana nella nostra alimentazione.

Come ti senti? Sei riuscito ad apprezzare la differenza che c’è tra alzarsi da tavola con quella poco piacevole sensazione di sonnolenza e stanchezza e al contrario sentirsi ricaricato, pieno di energie, pronto per ricominciare a produrre, con corpo e mente attivi e svegli? E’ una bella sensazione vero?! E allora...perché non sentirsi così tutti i giorni e non solo una volta a settimana?

Il bello del cambiare abitudine alimentare è che una volta iniziato il percorso, poi viene tutto da se. Non c’è nessuna costrizione, nessun obbligo. E’ il corpo che ti parla e ti fa sentire che la scelta è quella giusta. Ogni passo in avanti verso il crudismo ti spinge naturalmente al passo successivo: una forza d’inerzia positiva che non potrà essere arrestata.

Riuscire a mangiare crudo al 100% sarebbe il massimo: in questo modo introdurresti nel tuo organismo solo ed esclusivamente cibo vivo ed energetico, facendo scomparire ogni sorta di condizionamento negativo. Ma già arrivare ad un 80% è un ottimo risultato. Ricordati sempre una cosa: non stai entrando a far parte di una setta! Se quindi hai voglia di farti una zuppa calda ogni tanto o di cuocere ad esempio gli spinaci, non farti un problema: fallo e basta! Mangiare con felicità è un altro presupposto fondamentale del benessere. Se non si guarda al proprio piatto con gioia, allora c’è qualcosa che non va. Il benessere fisico e quello mentale vanno a braccetto, perché l’equilibrio e l’armonia sono cardini fondamentali da non dimenticare mai. 

Vedrai che la transizione sarà più facile di quanto pensi, anche perché il fatto che mangiare crudo significhi in qualche modo rinunciare ai piaceri della tavola è assolutamente falso!

Ricette facili e gustose le trovi sfogliando i numeri di CrudoStyle (se non ti sei ancora abbonato ti consigliamo di farlo visita www.crudostyle.comwww.crudostyle.com) vedrai quante si possono proporre e tante ancora te le inventerai tu stesso, imparando a mixare i sapori, ad utilizzare le spezie, a conoscere nuovi usi di frutta e verdura che magari prima non avevi mai preso in considerazione.

Passare al crudismo è prima di tutto un percorso di scoperta: riscoprirai quali sono i tuoi gusti e che cosa davvero ti piace mangiare, cosa ti fa stare bene, cosa ti fa sorridere.

Il potere del cibo non deve mai essere sottovalutato. Pensa ai colori che puoi mettere in tavola, scegliendo di volta in volta frutta e verdura di stagione; alle creazioni a cui puoi dare vita imparando a conoscere tutte le varietà di frutta secca e ad abbinarle; ai legumi e cereali spesso dimenticati che rappresentano la base della cultura culinaria italiana; ai piatti della tradizione che ti divertirai a reinventare, dando vita a qualcosa di nuovo. 

Gusto, libertà, leggerezza ed energia accompagneranno la tua idea di cucina e la qualità della tua vita ne beneficerà molto più di quanto tu possa pensare.
Diventare consapevoli di ciò che si mangia, di cosa il tuo corpo ha bisogno, di come seguire un’alimentazione variegata, bilanciata e allo stesso tempo sana, sarà una vera e propria rivoluzione. Una di quelle pacifiche però, che portano con se solo positività e nuovi orizzonti.

Qualche consiglio può comunque essere utile per compiere questo ulteriore gradino nel modo più semplice del mondo.
Abituati a mangiare spesso. La differenza tra i cibi cotti e quelli crudi è che i primi per essere digeriti hanno bisogno di molto tempo e quindi ci fanno sentire sazi più a lungo. Frutta e verdura invece vengono assimilate rapidamente. Hanno però molte meno calorie rispetto ai cibi animali, quindi un segreto può essere quello di avere sempre a portata di mano una mela, per i momenti in cui sentiamo di avere fame.
Allo stesso modo, inserisci nella tua giornata uno o due frullati e arricchisci le pietanze dei piatti principali con germogli, frutta secca e semi oleosi.

Vedrai che in pochissimo tempo ti abituerai, raggiungerai il tuo peso ideale e reinventerai il tuo modo di cucinare, all’insegna della gioia di vivere e di mangiare!

Il presente sito web utilizza i cookies per aiutare a migliorare i servizi e le informazioni ai suoi lettori.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti ad utilizzare i cookie.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Policy.