fbpx
You are here:Home>Benessere>Alimentazione>Chapati
Chapati

Chapati

La cucina indiana ci fornisce tantissime versioni di questo pane versatile e facilissimo da preparare.
Viene chiamato in tanti modi diversi, questo perché ogni ricetta ha la sua variante. I più conosciuti sono il Roti, il Chapati, Il Naan e il Paratha.
Il Roti e il Chapati in realtà sono molto simili e spesso confusi tra loro. Il roti rappresenta la versione basica e più povera dell’india, realizzato con sola farina integrale e acqua, ha una forma più piccola e viene utilizzato spesso come cucchiaio per raccogliere le pietanze dal piatto. Mentre con il nome Chapati si intende un disco più grande, realizzato con farina semi-integrale e più saporito visto che viene aggiunto il sale all’impasto e normalmente viene spennellato di olio una volta cotto. Entrambi non contengono nessun tipo di lievito e vengono cotti in padella. Il Naan al contrario contiene lievito, viene cotto al forno e spesso l’impasto viene arricchito con dei semi di papavero o di sesamo o con delle cipolle tritate e viene cosparso di ghee una volta cotto. Il Paratha infine è una versione ancora più saporita, arricchita di spezie e verdure e infine viene fritta. Di certo la cucina indiana non manca di fantasia e versatilità. Io vi propongo una ricetta base con cui potrete sbizzarrirvi con tutte le varianti a vostro piacere.

Ricetta per 4 chapati

Ingredienti
130 g di farina di tipo 1
80 g di acqua minerale
Un pizzico di sale
Olio extra vergine d’oliva q.b.

Decorazione
Erba cipollina

Procedimento
In una ciotola unire il sale alla farina, poi aggiungere l’acqua a filo mentre mescolate. Iniziate ad impastare con le mani finché otterrete una pasta morbida e modellabile. Avvolgetela nella pellicola trasparente e fate riposare in frigo 10-15 minuti. Terminato il tempo di riposo, dividete l’impasto in 4 parti. Formate per ogni parte una pallina con le mani. Disponete le palline sopra un piano di legno o un tagliere. Iniziate a stendere ogni pallina appiattendola con un mattarello ottenendo un disco abbastanza sottile e di forma rotonda. Non appoggiate i dischi uno sopra l’altro o rischierete che si appiccichino, manteneteli separati. Ora riscaldate una padella antiaderente dal diametro di circa 25/30 cm. Quando sarà ben calda iniziate a cuocere un disco alla volta appoggiandolo sul fondo della padella. Fate cuocere per circa 1 o 2 minuti per lato. Normalmente il disco a contatto con il calore si gonfia e forma delle bolle. Togliete il disco dal fuoco e spennellatelo subito con dell’olio extra vergine di oliva e guarnite con dell’erba cipollina. Procedere con il resto resto dei dischi. Servite il chapati ancora caldo. Potete utilizzarlo come pane per accompagnare le pietanze, oppure potete farcirlo con delle verdure saltate.

Buon Appetito!

Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti ad utilizzare i cookie.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Policy.