You are here:Home>Benessere>Cosmesi>Tempo di sole e spiaggia: abbronzati responsabilmente!

Tempo di sole e spiaggia: abbronzati responsabilmente!

Sara Montanari 232 Cosmesi

Come scegliere la protezione solare più adatta

Nei mesi estivi la tentazione di passare l’intera giornata in spiaggia o a bordo piscina è molto alta, cosa c’è di meglio di un po’ di relax sotto al sole?!

Per fare in modo che un bel pomeriggio non si trasformi in un incubo al ritorno a casa, basta fare attenzione all’utilizzo della crema solare adeguata; il sole è la nostra fonte principale di energia ma i suoi raggi ultravioletti ed infrarossi non sempre sono gentili con la nostra pelle!

Per quanto riguarda gli effetti sulla persona, la lunghezza d’onda ultravioletta viene generalmente suddivisa in UV-A, UV-B e UV-C; fortunatamente lo strato di ozono della nostra atmosfera ci protegge totalmente dai raggi UVC che sono quelli più dannosi, lasciando passare invece i raggi UVA e una piccola parte di raggi UVB che possono però portare eritemi e invecchiamento della pelle precoce. Quindi per una bella abbronzatura dorata e salubre per il nostro organismo, occorrono sostanze che possano assorbire parte dei raggi solari UVA e UVB e che possiamo facilmente trovare nelle creme solari (ma anche i tessuti degli abiti estivi possono essere provvisti di protezione solare!).

Nel 2010 l’ISO (International Standard Organization) ha pubblicato uno standard, adottato dalle principali nazioni mondiali, che regola l’indicazione del Fattore di Protezione Solare (SPF, sun protection factor), in particolare la Commissione Europea ha decretato che:

  • Non vengano considerati SPF inferiori a 6
  • SPF6 e SPF10 sono considerate basse protezioni solari
  • SPF15, SPF20 e SPF25 sono considerate protezioni medie
  • SPF30 e SPF50 sono protezioni alte
  • SPF50+ ha preso il posto della vecchia dicitura “schermo totale” e sono considerate protezioni molto alte

Com’è possibile rispettare tutte le norme ISO e mantenere allo stesso tempo un prodotto naturale nei suoi ingredienti e nella loro estrazione?

Fino a qualche tempo fa i filtri solari erano rappresentati da componenti minerali, che proteggono bene dalle radiazioni solari ma rendono le creme, soprattutto con la protezione alta, molto compatte e dalla tipica texture bianca, difficilmente spalmabile. Oggi, invece, in erboristeria è possibile trovare solari con filtri micro incapsulati; questo sta a significare che i minerali vengono contenuti in micro capsule e non appesantiscono la crema rendendola facilmente spalmabile, utilizzabile da adulti e bambini e disponibile anche in versione spray.

L’invito, quindi, è quello di fare attenzione agli INGREDIENTI che dovrebbero escludere i parabeni, i siliconi, i cessori di formaldeide, gli OGM...

Inoltre SPF indica la protezione da raggi di tipo UVB, occorre quindi una maggiore attenzione nell’utilizzare prodotti che indichino una protezione anche ai raggi UVA (deve essere presente la scritta UVA dentro un cerchio sull’etichetta del prodotto); per di più devono garantire di essere tutti resistenti all’acqua.

Ognuno può scegliere il prodotto adeguato al suo tipo di pelle: esistono dei veri e propri fototipi che aiutano a riconoscere il SPF ideale:

  • per i bambini e le zone delicate, ma anche su cicatrici, nei e tatuaggi, utilizzare protezioni molto alte (SPF50 e 50+)
  • per chi ha la carnagione molto chiara, occhi chiari, capelli biondi, la protezione deve essere alta (SPF50 e 30)
  • per carnagioni medie, capelli e occhi castani potrebbe essere sufficiente una protezione media (SPF25, 20 e 15)
  • carnagioni scure, olivastre, capelli scuri o bruni si proteggono anche con SPF bassi come 10 e 6

Occorre tuttavia precisare che, nelle prime giornate di esposizione al sole, per le pelli più scure, è sempre bene utilizzare le protezioni più alte prima di passare a quelle più indicate per il proprio fototipo.

Per tutti è preferibile evitare lunghi tempi di esposizione, soprattutto nelle ore centrali della giornata e ricordarsi di applicare la crema o lo spray protettivi più volte, soprattutto dopo i bagni (anche se i solari sono waterproof!); in questo modo ci si può godere il sole e la bella stagione in tutta sicurezza, abbronzatura garantita e sonni tranquilli senza scottature!!!

Il presente sito web utilizza i cookies per aiutare a migliorare i servizi e le informazioni ai suoi lettori.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti ad utilizzare i cookie.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Policy.