You are here:Home>Medicina Naturale>Fitoterapia>Depurarsi con i Fiori e le Gemme

Depurarsi con i Fiori e le Gemme

Rosa Massari 664 Fitoterapia

Qualche suggerimento per rigenerarsi e ritrovare il benessere

Articolo sponsorizzato 
La primavera porta con sé il tema della “Depurazione” come pratica globale di miglioramento psico-fisico.

Reni, intestino, fegato, polmoni e pelle sono i distretti principali da considerare per una mirata rigenerazione che coinvolga profondamente le diverse funzioni organiche e psico-energetiche.

Floriterapia e gemmoterapia sono ottimi strumenti per ritrovare il benessere e liberarsi dalle sostanze inutili o dannose che si sono accumulate nell'organismo nel corso dell'anno.

Il Rene, organo di deposito dell’energia vitale, governa forza di volontà, fiducia e solidità; è l'espressione massima del vigore interiore perché sede dell’istinto vitale.

I gemmoderivati che agiscono sul rene sono Betula verrucosa linfa, Betula pubescens scorza di radici, Fagus sylvatica, Juniperus communis, Prunus spinosa e Ribes nigrum.

In floriterapia, sono indicati invece i rimedi Mimulus, Heather, Mustard, Elm, che “nutrono” l’energia RENE con messaggi di coraggio, sostegno, luce e adattamento allo stress.

Se rivolgiamo la nostra attenzione al drenaggio dell'intestino, i gemmoderivati più adatti saranno Vaccinium vitis idaea, Juglans regia e Ficus carica.
I fiori di Bach più indicati Chicory, Clematis, Crab Apple, Agrimony, Walnut, ovvero tutti quelli che contribuiscono a “sciogliere” paure e credenze “trattenute” nel nostro inconscio viscerale, responsabili diritenzione (stitichezza, gas intestinali) o non accettazione (rivolta) che ci fa “respingere” ogni cosa (diarrea).

Il Fegato, l'organo principe della Primavera, in Medicina Tradizionale Cinese è la loggia chepresiede ogni nuovo inizio, apportando la vitalità e la chiarezza di visione necessarie per proiettare verso l’esterno progetti e desideri.
I gemmoderivati a tropismo epatico sono Juniperus communis, Silybum marianum e Secale cereale, dall’azione rigenerante, Rosmarinus officinalis e Ribes nigrum, che “rinfrescano” l’eccesso di fuoco epatico e desensibilizzano in presenza di allergie (espressione, queste, della combinazione di debolezza dell'energia polmonare ed eccesso di energia del Fegato).Tra i fiori di Bach, mpatiens, Olive, Holly, Crab Apple, Scleranthus, Rock water sono i rimedi armonizzanti delle espressioni di “Fegato”, come congestione psichica, irritabilità, anergia, apatia, dilemma, lotta e contraddizione interiore, insonnia, rigidità alla colonna, emicrania e vertigini.

Il Polmone, organo che esprime la relazione tra interno e esterno, scandisce, in un certo senso, il ritmo attraverso il respiro.Con l'inspirazione lasciamo entrare e accettiamo; con l'espirazione doniamo e lasciamo andare.
Tendenza all’asma, muco in eccesso, frequenti tracheiti e bronchiti possono beneficiare di un drenaggio con Carpinus betulus, Viburnum lantana, Corylus avellana.
Star of bethlehem, Chicory, Honeysuckle, Clematis, Red chestnut, Mustard sono i fiori che armonizzano la sfera emotiva legata al movimento Polmone: sconforto, apprensione, nostalgia, malinconia, tristezza, preoccupazione, depressione, pianto immotivato e “fuga” nel sonno sono la voce sottile di un’energia Polmone bisognosa di “Cura”.

Parliamo infine della Pelle, considerata il “secondo polmone” dalla MTC per l’aspetto psichico che ad esso l’accomuna, cioè “il mettere in relazione” l’interno con l’esterno. E non solo materialmente: dalla pelle “respiriamo” il “con-tatto”, cioè l’altro. La pelle è una sorta di “confine che ci contiene” (non a caso li chiamiamo “sfoghi” ciò che l'organismo cerca di allontanare da sé attraverso la pelle) Per disturbi come pruriti, desquamazione, secchezza, arrossamenti, micosi, dermatite, psoriasi o infiammazioni improvvise e croniche, si consigliano generalmente i gemmoderivati: Cedrus libani, Ulmus campestris, Platanus orientalis, Juglans regia, di frequente accompagnati dai fiori di Bach Crab apple, Water violet, Beech, Vervain, Walnut, armonizzatori dei vissuti somatizzati nel distretto pelle come: rifiuto, isolamento, tensioni, ipercriticismo o paura delle influenze esterne.

Buona “Fioritura” e Buona Depurazione a tutti!

Il presente sito web utilizza i cookies per aiutare a migliorare i servizi e le informazioni ai suoi lettori.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti ad utilizzare i cookie.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Policy.