fbpx
You are here:Home>Medicina Naturale>Pediatria>Il quarto "Body guard" per l'immunità del bambino: i betaglucani
Il quarto "Body guard" per l'immunità del bambino: i betaglucani

Il quarto "Body guard" per l'immunità del bambino: i betaglucani

Sono presenti nei cereali, nei funghi e in alcune alghe e nei lieviti, sono lunghe catene di polisaccaridi, file di molecole di glucosio legate fra loro con legami diversi. Le catene di molecole di glucosio presentano poche ramificazioni inter e intramolecolari da cui derivano le molteplici e diverse proprietà salutari dei betaglucani.
La loro particolare struttura conferisce capacità immunostimolanti; più la loro struttura è complessa e la loro catena è lunga e più sono importanti le azioni sul sistema immunitario (i betaglucani contenuti nel Ganoderma Lucidum o Reishi sono tra i più lunghi e i più attivi).
Ingeriti con il cibo o come integratori i betaglucani giungono all'intestino e vengono a contatto con la mucosa intestinale (e con il sistema immunitario presente sotto la membrana basale). Giunti a contatto con la parete intestinale i betaglucani vengono captati dalle cellule M della mucosa e interagiscono con macrofagi e cellule dendritiche, cellule del sistema immunitario innato, legandosi a recettori presenti sulla membrana cellulare di questa cellule stimolando le cellule del sistema immunitario adattativo (i linfociti) ad attivarsi.
Insomma, i beta-glucani, sono in grado di stimolare il sistema immunitario come se fossero degli invasori, batteri o virus, in modo aspecifico e senza esserlo tenendo sempre all'erta le nostre difese. 
Studi effettuati in vitro hanno dimostrato che i betaglucani sono in grado di attivare i leucociti, la loro attività fagocitaria e citotossica, aumentare speciali classi di linfociti (natural killer) e stimolare la produzione di mediatori dell’infiammazione, di citochine e di chemochine come, ad esempio, le interleuchine (IL) IL-8, IL- 1β, IL-6 e il TNF-α (Tumor Necrosis Factor α) e produrre anticorpi.
Altra funzione esplicata dai betaglucani è quella prebiotica: essendo dei carboidrati complessi sono “cibo” per il microbiota intestinale e sappiamo che un microbiota intestinale “ben nutrito” è un enorme alleato del sistema immunitario, soprattutto in età pediatrica.

È dunque possibile aiutare il sistema immunitario dei nostri figli con i betaglucani offrendo loro cibi che li contengono (super-foods) oppure sciegliendo buoni integratori che possano donarglieli.

Tra i cibi più ricchi di betaglucani ricordiamo i cereali integrali quali avena, orzo mais sorgo e grano duro, legumi quali fagioli piselli e lenticchie, verdure quali broccoli e melanzane, frutta quale mela fragola e prugna secca.
L'uso di funghi medicinali (micoterapia) viene usato con successo in pediatria dai cinque anni di età; è possibile effettuare profilassi immunitaria invernale con integratori a base di funghi medicinali di buona qualità.

Oltre che con la micoterapia è possibile mantenere il sistema immunitario protetto in età pediatrica con l'assunzione di integratori a base di molecole estratte da miceti come l'AHCC (Active Hexose Correlated Compound).
Il potere stimolante sul sistema immunitario non è comunque l'unico potere dei betaglucani. Grazie alle sue capacità modulatorie il betaglucano puo' essere utile in età pediatrica anche nel caso di stanchezza protratta o lunga convalescenza.
È inoltre accertata la capacità del betaglucano di agire sul metabolismo riducendo la glicemia e il colesterolo, qualità ottime nel caso di bambini (> 5 anni) o adolescenti sovrappeso o obesi.
Se assunti sotto forma di integratori è comunque sempre necessario, soprattutto in età pediatrica, il controllo medico sulla qualità e sicurezza dei prodotti scelti e il controllo clinico durante la profilassi.

Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti ad utilizzare i cookie.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Policy.