fbpx
You are here:Home>Eventi>Biosalus Festival>Biosalus fa il pieno di visitatori da tutta Italia
Biosalus fa il pieno di visitatori da tutta Italia

Biosalus fa il pieno di visitatori da tutta Italia

Un mix di contenuti culturali, esperienze olistiche e spettacoli che conferma il successo del format

Tantissimo pubblico a Urbino. Il pienone delle edizioni più riuscite. Conferenze sempre affollate, sale trattamenti che hanno lavorato a pieno ritmo. Veramente elevato il flusso di visitatori nei vari punti allestiti per l’occasione. Fra questi, si sono distinti gli allestimenti di Via Valerio e Palazzo Odasi dedicati al Rinascimento.

Ottima anche la riuscita della tavola rotonda nel Teatro Sanzio, sul tema “Biologico è ambiente - Le filiere del biologico a servizio dell'ambiente e della qualità degli alimenti”. L’iniziativa era Organizzata in collaborazione con la Filiera Agricola Biologica delle Marche, con interventi di Maurizio Gambini (Presidente Cooperativa Terra Bio), Alessandro Tramontano (Gruppo Fileni- Gastronomia e Carni), Carmen Quatrale (Brand Manager Vivi Verde Coop), Dario Ayala (Medico, esperto in Alimentazione e Fitoterapia per malattie croniche e oncologiche) e David Monacchi (Ricercatore, compositore e sound artist).

Grande plauso è arrivato dai partecipanti al Convegno Nazionale di Epigenetica, i quali hanno esternato il loro apprezzamento per l’alto livello delle relazioni presentate.

«Con Biosalus -dice Antimo Zazzaroni, patron del Festival- Urbino si conferma un punto di riferimento nazionale per Benessere. Fra sabato e domenica abbiamo registrato l’arrivo di visitatori provenienti da tutta Italia che hanno seguito i numerosi eventi culturali in programma. Il Convegno Nazionale di Epigenetica cresce come livello scientifico e potrebbe essere il punto di partenza per ulteriori iniziative sul quel fronte. Siamo molto soddisfatti dell’intera manifestazione 2019, e già pronti a lavorare per l’edizione 2020».

«Il Festival Biosalus -afferma il sindaco Maurizio Gambini- è stato ancora una volta un appuntamento di grande valore per la città. Con i temi trattati il Festival si è messo in stretta sintonia con i temi di cui si discute a livello internazionale: cura e uso responsabile del territorio, tutela dell’ambiente, salute, benessere, alimentazione, stile di vita, energie rinnovabili. Sono tutti argomenti che si abbinano perfettamente con l’anima e la cultura di Urbino e del suo territorio. La manifestazione è molto viva ed è apprezzata del pubblico. Ringrazio la famiglia Zazzaroni e tutti colori che hanno reso possibile l’organizzazione di questo evento, come sempre molto complesso».

Il presente sito web utilizza i cookies per aiutare a migliorare i servizi e le informazioni ai suoi lettori.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti ad utilizzare i cookie.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Policy.