Biosalus.net
Il portale di medicina integrata, biologico, green economy e benessere olistico.

Articoli ed approfondimenti
a cura dell' Istituto di Medicina Naturale e della Scuola Italiana di Naturopatia

imn scuola
Umore a terra proprio a Natale? Un aiuto dai Fiori Australiani

Se le feste natalizie suscitano tristezza, i fiori australiani possono essere d'aiuto

L’atmosfera festosa e sfavillante del Natale non è per tutti sinonimo di gioia. Le promesse delle vetrine, l'improvvisa abbondanza di tempo libero, l'attesa per le grandi riunioni familiari e il vortice degli acquisti natalizi possono suscitare e amplificare un senso di tristezza profonda, soprattutto se, proprio in questo periodo, ci si trova ad affrontare problemi affettivi o economici. Il risultato è un profondo senso di stanchezza, di vuoto e di insoddisfazione.

Cosa fare in questi casi?

Una validissima strategia per risollavare il morale ci arriva dalle essenze floreali australiane, soprattutto se i rimedi floriterapici sono assunti ai primi segnali di disagio. Grazie alla loro sottile carica energetica i fiori australiani, gli Australian Bush Flower Essences, favoriscono il recupero del benessere emozionale. Ecco i fiori consigliati per il mese di dicembre e gennaio.

  • Cristmas Bell: questa essenza floriterapica aiuta a manifestare i propri desideri e aiuta a ricevere e a dare.
  • Pink Flannel Flower: fiore che aiuta a godere delle piccole cose che la vita riserva. Favorisce il senso di gratitudine e di gioia per la vita.
  • Southern Cross: incoraggia a sfruttare le proprie potenzialità e trasmette una visione positiva della vita.
  • Sunshine Wattle: ci aiuta ad accettare e godere della bellezza del presente, confidando con fiducia nel futuro. E’ un rimedio che promuove l’ottimismo.
  • Five Corners: favorisce l’accettazione di sè e della bellezza del proprio essere.
  • Crowea: dona una sensazione di pace e tranquillità
  • Macrocarpa: Utile per ritrovare vitalità.

Come si prepara questa Essenza combinata?

Si versano 7 gocce di ciascuna di essenza singola in una boccetta con contagocce da 30 ml. Si aggiunge un quarto di brandy e tre quarti di acqua minerale naturale. A questo punto il rimedio finale è pronto: si assumono 7 gocce direttamente in bocca due volte al giorno, al mattino appena svegli e la sera prima di dormire.

Le essenze floreali australiane non hanno controindicazioni o interazione con farmaci o psicofarmaci, non va assolutamente a sostituire una cura ma può tranquillamente affiancarla.

Scritto da Cristina Settanni

Naturopata, espertta in Essenze Floreali Australiane e giornalista pubblicista, da più di quindici anni si dedica al benessere della persona e alla ricerca di rimedi naturali che aiutino a ristabilire e mantenere l’equilibrio di mente, corpo ed emozioni in chiave olistico-energetica.

In qualità di relatrice conduce corsi di formazione e conferenze in ambito nazionale sulla floriterapia australiana, Australian Bush Flowers e sul riequilibrio alimentare secondo i principi energetici della Medicina Tradizionale Cinese.

È docente del corso di formazione Flower Essences Consultant presso il College of Naturopathic Medicine – CNM-Italia.
Collabora con quotidiani, magazine e riviste di cultura, ricerca e benessere.
Autrice del libro "I Fiori del Bene" edito Mondadori, marzo 2018.

http://www.cristinasettanni.com
© 2024 Istituto di Medicina Naturale srl P.IVA 02622350417 - Website made with by Lorenzo Giovannini