You are here:Home>Medicina Naturale>Iridologia>Occhi azzurri? Le caratteristiche costituzionali secondo l'iridologia

Occhi azzurri? Le caratteristiche costituzionali secondo l'iridologia

Romina Rossi 895 Iridologia

I disturbi a cui si può andare incontro e i consigli per restare in salute

In iridologia le costituzioni si distinguono in base al colore degli occhi. Ogni costituzione indica la sensibilità e la suscettibilità di una persona alla malattia. Si tratta di tratti ereditari, che quindi non possono essere modificati. Ma possono essere prevenuti e migliorati con lo stile di vita.

Le caratteristiche della costituzione linfatica

Le persone con gli occhi azzurri – dal chiaro fino al grigio – appartengono alla costituzione linfatica.
Queste persone sono più predisposte a disturbi che riguardano:

  • le mucose, cioè il tessuto di rivestimento dei visceri cavi in contatto con l’esterno, come apparato digerente, apparato respiratorio, genitale e urinario. La loro caratteristica è quella di produrre muco come barriera protettiva tra l’esterno e l’interno dell’organismo;
  • le sierose, che sono le membrane che rivestono le superfici degli organi in movimento (cuore, intestino, articolazioni, polmoni). Questi producono un liquido lubrificante per ridurre l’attrito;
  • il sistema immunitario che è più sollecitato perché la circolazione linfatica tende a congestionarsi. In questo modo si possono verificare allergie varie, che sono date da una risposta immunitaria anomala.

Per dirla in maniera più semplice, in queste persone, la circolazione linfatica tende a congestionarsi. Allo stesso tempo, il sistema immunitario, essendo troppo reattivo risponde alle sollecitazioni con febbre alta, ingrossamento dei linfonodi, fino alla comparsa di manifestazioni allergiche.

Bambini e adulti con costituzione iridea linfatica tendono ad avere una iper produzione di muco. E a soffrire di infiammazioni varie che si manifestano in forma di:

  • stomatite,
  • gastrite,
  • enterite,
  • colite,
  • sinusite,
  • bronchite,
  • cistite,
  • vaginite,
  • congiuntivite.

Anche la pelle è più delicata in queste persone, per cui si possono manifestare eritemi e forme eczematose. Tendenzialmente si stancano facilmente e possono andare incontro a tachicardia e dispnea da sforzo.
Da un punto di vista alimentare, tendono a soffrire di intolleranze a latticini e farine.
Emotivamente sono persone che rimuginano molto, anche su eventi passati.

I consigli per preservare la salute

Se hai gli occhi azzurri e ti sei ritrovato ad avere avuto, almeno una volta, una di queste problematiche, puoi provare a mettere in pratica alcune accortezze e consigli per migliorare la condizione dell’organismo.

Per prima cosa dovrebbero essere limitati i cibi che contribuiscono a creare umidità e conseguente muco, come, appunto, latticini e farine. Anche lo zucchero e i gelati vanno assunti con molta moderazione. Da assumere con moderazione anche i cibi troppo riscaldanti che aumentano l’infiammazione, come spezie, frutta secca, salumi e carni rosse.

Sono benefici invece frutta – preferibilmente fresca – e verdura, in forma di succhi o estratti. Anche i cibi vivi, come germogli e semi, che contengono naturalmente enzimi, vanno bene.

Poiché spesso si possono presentare problematiche digestive, è bene intervenire con piante che facilitano questo processo, come zenzero, anice, carciofo o genziana.

Bevi molto, in modo da avere una buona idratazione per eliminare le tossine accumulate e da non sovraccaricare il sistema nervoso.

Per liberare lo strato più superficiale della pelle dalle cellule morte e impedire che insorgano infiammazioni topiche, si possono fare delle spazzolature.

Il presente sito web utilizza i cookies per aiutare a migliorare i servizi e le informazioni ai suoi lettori.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti ad utilizzare i cookie.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Policy.