You are here:Home>Medicina Naturale>Naturopatia>Dolori mestruali: oligoelementi e rimedi naturali

Dolori mestruali: oligoelementi e rimedi naturali

Wilmer Zanghirati Urbanaz 1397 Naturopatia

Oligoelementi minerali ed estratti vegetali per riequilibrare e regolarizzare le funzioni dell'apparato riproduttivo della donna

Per molte donne il ciclo mestruale rappresenta un vero incubo, dolore al ventre, alla zona lombare, cefalee, irritabilità, stanchezza, ...

Le situazioni possono essere variabili da soggetto a soggetto, valutando gli aspetti biotipologici della persona possiamo vedere consistenti differenze a partire dalla prima mestruazione fino alla menopausa conclamata. Per alcune donne, infatti, il ciclo può essere molto doloroso e talvolta invalidante, mentre per altre non comporta alcun disagio.

Occorre tuttavia precisare che le mestruazioni sono una ricchezza per le donne in quanto possono essere considerate un importante valvola di sfogo per l’organismo nell’eliminazione di scorie metaboliche e quelle che vengono chiamate come “tossine”.

Ma come può aiutarci la naturopatia? Come possono aiutarci i rimedi naturali in queste situazioni?

Tra gli strumenti a disposizione della naturopatia, ne abbiamo alcuni che possono essere d’aiuto nel migliorare quelle situazioni che rendono la vita della donna più “complicata” senza minimamente andare ad interagire con altre cure o terapia che la donna ha in corso.

Due categorie di strumenti possiamo individuarle tra i preparati a base di oligoelementi minerali e i preparati ricavati dai tessuti meristematici vegetali.

I primi, che agiscono con delle concentrazioni infime, possono contribuire a regolarizzare gli equilibri che interessano la sfera ormonale, pur senza apportare la ben che minima traccia di ormoni. Stiamo parlando ad esempio di Zinco, Rame e Mangesio.
Per quanto concerne invece gli estratti da tessuti meristematici, abbiamo quelli da gemme di prugnolo , di quercia, i germogli di lampone, di mirtillo rosso e gli amenti di betulla e di salice bianco.

Perché utilizzare queste due categorie di ingredienti così diversi?

I preparati a base di oligoelementi hanno la funzione, nell’arco di almeno due mesi, di “ottimizzare” le comunicazioni tra l’ipotalamo, l’ipofisi e le ovaie, contribuendo a stimolare una sorta di autoregolazione variabile da persona a persona.

Gli estratti vegetali da tessuti meristematici, invece, sono utili perché possono migliorare lo stato trofico delle strutture che appartengono all’apparato riproduttore e, se nel loro utilizzo vengono abbinati agli oligoelementi possono contribuire a portare ad un buon equilibrio delle funzioni dell’apparato riproduttore della donna in età fertile, senza dimenticare però, che anche il passaggio alla menopausa può trarre un concreto beneficio dall’utilizzo di questi integratori.

Il presente sito web utilizza i cookies per aiutare a migliorare i servizi e le informazioni ai suoi lettori.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti ad utilizzare i cookie.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Policy.