You are here:Home>Benessere>Psicologia e Spiritualità>Bioscrittura: un percorso interiore per sanare le ferite emotive

Bioscrittura: un percorso interiore per sanare le ferite emotive

Valentina 1566 Psicologia e Spiritualità

A Biosalus Fulvio Fiori spiega il potere della parola per raggiungere il benessere

Lo scrivere come percorso per far emergere e possibilmente sanare delle ferite. Questo è quanto propone la Bioscrittura, un metodo ideato da Fulvio Fiori per entrare in relazione profonda con se stessi, liberare le proprie energie creative e realizzare un nuovo, personale, benessere quotidiano.

Fulvio Fiori«La Bioscrittura -spiega Fulvio Fiori- serve a conoscere se stessi, a liberare dei talenti inespressi e sanare delle ferite emotive. Il mio compito, come “tour operator” dentro il mondo interiore delle persone che si rivolgono a me, è quello di cercare di portare a scoprire se ci sono degli scenari dove è il caso di mutare qualcosa, in bene. Le parole hanno un peso, un significato, una direzione. I pensieri sono parole e immagini, parole sotto forma di voci. Il ché ci aiuta a trattarle. Le parole ci colmano. Ascoltiamo continuamente parole. Fin da quando siamo nel ventre materno. Le parole e le immagini che abitano nella nostra mente agiscono dentro il corpo e diventano corpo».

Secondo il suo metodo, la parola diventa quindi uno strumento di introspezione e di scoperta.

«Le parole -dice Fiori- possono avere una funzione terapeutica. Spesso non sappiamo associare il concetto di benessere e malessere alla stessa parola. In realtà la medesima parola può comunicare una o l’altra cosa. Facciamo un esempio. Consideriamo la parola “se”. Dicendo “Se avessi più soldi farei la carriera che merito” oppure “Se non avessi quel capoufficio sarei finalmente riconosciuto”, introduco un concetto di limitazione. Quei “se” limitano il mio potenziale. Invece, se dico “Se mi metti ancora le mani addosso io me ne vado”, ho un condizionale positivo, che non mi frena».

Evento Correlato: 

Fulvio Fiori è autore di vari libri e ha una lunga esperienza con progetti che fronteggiano casi di disagio, anche utilizzando laboratori teatrali. Presto ci sarà a Urbino un’occasione per incontrarlo e capire i fondamenti della Bioscrittura. Fiori parlerà infatti a Biosalus, il Festival del Biologico e del Benessere Olistico che si tiene a Urbino il 7 e 8 ottobre. In particolare, la sua conferenza si intitola“Le parole che fanno bene, scrittura positiva contro i pensieri negativi”, ed è in programma domenica 8 Ottobre dalle 11.00 alle 12.00 nella Sede Sala Serpieri del Collegio Raffaello (Piazza della Repubblica).

Il presente sito web utilizza i cookies per aiutare a migliorare i servizi e le informazioni ai suoi lettori.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti ad utilizzare i cookie.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Policy.