You are here:Home>Benessere>Psicologia e Spiritualità>Gli eretici e i roghi del nostro secolo

Gli eretici e i roghi del nostro secolo

Verso un nuovo paradigma

Dal Dialogo tra Frollo (l'arcidiacono) e Gringuare (il poeta) da Notre Dame de Paris

Frollo: Parlami di Firenze

E della Rinascenza
Novità di Bramante
E di Stilnovo e Dante

Gringoire: Si racconta a Firenze
Che la terra è rotonda
E che c'è un continente
Alla fine del mondo
Navi vanno laggiù e cercano nel vento
Il nuovo orientamento della rotta alle Indie

Frollo: C'è Lutero che inventa un Nuovo Testamento
E noi siamo all'alba di un mondo che si scinde

Gringoire: Si dice che Gutemberg
Cambia il modo di capire

Frollo: Con le presse a Norimberga
Sta stampando l'avvenire

Gringoire: Sulla carta poesie
Tesi, satire, eresie

Frollo - Gringoire:

L'aria nuova farà
Nuovo chi la vivrà

....

L'avvicendarsi dialettico della storia, della nostra storia di esseri umani “intelligenti”, si articola in cicli che, nonostante il progresso, si ripetono senza che sia fatto tesoro degli errori del passato. In ogni epoca si declinano politica, economia, arte, progresso, religioni, guerre, secondo un paradigma1 che ne fornisce i capisaldi, o dogmi, portanti.

Il cambiamento di paradigma è necessario sia per lo sviluppo scientifico che sociale. Richiede la messa in discussione dei dogmi ed il passaggio dal “vecchio” al “nuovo” incontra inevitabili resistenze e diventa traumatico e doloroso.

In Notre Dame assisitiamo al sofferto transito dal Medio Evo al Rinascimento nel momento in cui i dogmi dettati dal potere della Chiesa erano sovrani. Il potere regnava sulle masse facendo leva sull'ignoranza e la superstizione. Chi osava avanzare dubbi per dimostrare la fallacia dei dogmi era tacciato di eresia e messo al rogo.

I roghi, tuttavia, non hanno arrestato l'avanzata di un fiume già in piena ed è fiorito il Rinascimento. L'invenzione della stampa, la rivoluzione copernicana, la scoperta dell'America hanno conttrassegnato un cambiamento epocale. A seguire, l'affermarsi dell'era moderna e della scienza.

Siamo giunti ad oggi: l'Era post moderna dove i  dogmi sono dettati dall'economia e dalla scienza. E' in atto un cambiamento di paradigma che è già iniziato e avanza velocemente: la crisi ecomica è in realtà una crisi di sistema che si accascia sulle sue stesse contraddizioni. La scienza e la medicina non potranno ignorare l'approccio illuminante della fisica quantistica. Geologicamente, siamo nell'era dell'Antropocene, laddove lo “zampino” dell'uomo sta diventando determinante per il futuro del nostro Pianeta.

Anche il XXI secolo ha i suoi eretici: scienziati, medici e quanti pongono dubbi, riflessioni, proposte a tutela della Salute, della prevenzione, che mettono in crisi il diktat costituito.

Quanti, da decenni, denunciano le cause dell'inquinamento, studiano il cambiamento climatico e sollecitano una revisione dello stile di vita odierno.
Quanti auspicano una Pace senza confini in un società multietnica.

L'ondata di rinnovamento avanzerà nonostante i roghi moderni: minacce, ricatti, radiazioni esemplari dagli albi professionali, media e internet. Questi ultimi possono osannare e distruggere. Ciò che abbiamo inventato si sta rivoltando contro di noi. Ora è tempo di prendere in mano il timone per cambiare rotta.

Note

1 Il paradigma è sistema teorico-concettuale di base, i cui componenti fondamentali, per un certo periodo rimangono sostanzialmente indiscussi” (Thomas Kuhn 1962)

Il presente sito web utilizza i cookies per aiutare a migliorare i servizi e le informazioni ai suoi lettori.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti ad utilizzare i cookie.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Policy.