You are here:Home>Benessere>Psicologia e Spiritualità>Il libro tibetano dei morti

Il libro tibetano dei morti

Francesca Redazione Biosalus.NET 928 Video Psicologia e Spiritualità

Al Biosalus Festival: Come liberarsi da illusione, paure e attaccamenti

La Sala Castellani del Collegio Raffaello ha appena ospitato il convegno: Il libro tibetano dei morti. 

Il Bardo Tödöl, detto anche "Libro Tibetano dei Morti", è un testo leggendariamente composto dal santo tibetano Padmasambhava nell'VIII o IX sec. e da lui nascosto (un cd. terma), per poi venir riscoperto nel XIV sec. dal maestro Karma Lingpa, e divulgato e reinterpretato da diversi studiosi.

Molto più che un testo funebre, non serve solo a guidare la coscienza del morente nelle visioni che incontrerà nel suo stato intermedio, ma è un vero e proprio patrimonio iniziatico di pratica meditativa e trasmutativa, per sviluppare qui ed ora una mente pulita e un cuore libero.

Di seguito l'intervista a Fabrizio D'Altilia relatore della conferenza.

Intervista a Fabrizio D'Altilia sulla conferenza appena conclusa : Il libro tibetano dei morti

Il presente sito web utilizza i cookies per aiutare a migliorare i servizi e le informazioni ai suoi lettori.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti ad utilizzare i cookie.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Policy.