You are here:Home>Benessere>Alimentazione>Ortica: i mille usi di una pianta dalle molteplici proprietà

Ortica: i mille usi di una pianta dalle molteplici proprietà

Romina Rossi 156 Alimentazione

Utile per problemi di natura sia femminile che maschile

L’ortica (Urtica dioica) è una delle piante meno amate per la sua capacità di irritare la pelle quando ne veniamo a contatto. Eppure vanta diverse proprietà benefiche e curative, che la rendono un’ottima pianta curativa per molti problemi.

Le proprietà terapeutiche dell’ortica

In passato si credeva che l’ortica vantasse proprietà magiche, in grado di tenere lontane le persone sgradite e di assorbire la negatività.

Di vero c’è che l’ortica ha diverse proprietà terapeutiche, poiché contiene: potassio, calcio, magnesio, fosforo, ferro e silicati tanto che è considerata un rimineralizzante naturale, in grado anche di aiutare il sistema nervoso a rinforzarsi.

Significativi sono anche i livelli di vitamina A e C. Le foglie sono ricche di zinco e rame in grado di rinforzare unghie e capelli.

I benefici dell’ortica

L’ortica ha una spiccata azione depurativa e diuretica: il decotto permette di eliminare i cloruri e l’urea (quindi diventa un aiuto contro calcoli renali) e allo stesso tempo aumenta la produzione naturale di urina.

Secondo alcuni studi l’ortica ha anche una spiccata azione antinfiammatoria e antidolorifica: sarebbe particolarmente indicata come rimedio in caso di dolori scatenati da gotta o artrite.

Grazie al suo ricco contenuto di ferro, può essere usata in caso di anemia: la presenza di ferro e acido folico stimola la produzione di globuli rossi. È di aiuto anche nei casi in cui la carenza di ferro sia causata da perdite di sangue.

La presenza di calcio rende questa straordinaria pianta un’alleata delle donne: aiuta infatti a riequilibrare la perdita di calcio dalle ossa durante la menopausa, evitando quindi il rischio di osteoporosi. Per le donne ancora nella fase del ciclo è indicata in caso di mestruazioni abbondanti. Vanta infatti anche proprietà vasocostrittrici ed emostatiche, in grado, cioè, di bloccare le emorragie.

Anche le donne in gravidanza possono beneficiare dell’ortica: in quanto galattogena aumenta la montata lattea.

Gli uomini possono trovare giovamento con l’uso dell’estratto di radice di ortica in caso di ipertrofia prostatica benigna: la sua assunzione permette di avere un miglioramento dei disturbi urinari associati.

La radice, ricca di selenio, è valida anche per la cura del cuoio capelluto: contrasta forfora, seborrea e caduta dei capelli. Oltre a uno shampoo a base di ortica, in quest’ultimo caso sarebbe più opportuno integrare con un decotto o un estratto a base di ortica.

La crema o la pomata per uso topico è molto efficace per le malattie croniche della pelle. L’ortica, infatti, depura la pelle, pulendola da manifestazioni quali eczemi e acne.

Come utilizzare l’ortica

L’ortica si può usare sia allo stato fresco per uso alimentare (le piante vanno raccolte in primavera e in autunno prive dei fiori e in luoghi non inquinati, perché assorbono facilmente metalli pesanti e agenti inquinanti presenti nel terreno) sia allo stato secco.

Si usano sia le foglie che le radici essiccate, con le quali si possono preparare dei decotti da bere. Le radici dovranno essere sminuzzate e bollite per 5-10 minuti, mentre le foglie si lasciano in infusione, ma a fuoco spento, per lo stesso tempo.

Se volete essiccare le piante fresche in modo da usare l’ortica tutto l’anno, potete creare dei mazzetti da appendere in un posto asciutto e buio fino a essiccazione. Si conservano poi sminuzzati in un barattolo di vetro. Anche le radici si possono essiccare, ma vanno prima tagliate a tocchetti o a rondelle.

(Leggi anche "Ortica Pungente ma buona" per trovare una ricetta con questa pianta)

Effetti indesiderati

In casi rari l’ortica può causare disturbi di natura allergica: rush cutanei, edemi, irritazioni gastriche.
È bene non assumere ortica se la funzionalità renale e cardiaca è compromessa.

Il presente sito web utilizza i cookies per aiutare a migliorare i servizi e le informazioni ai suoi lettori.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti ad utilizzare i cookie.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Policy.